Di Ari Trausti Guðmundsson - Mountaineering in Iceland

Mountaineering in Iceland

Una preziosa Guida ed uno strumento utile per gli amanti dell' escursionismo e dell' Isola di Ghiaccio e Fuoco.
Note sull’arrampicata, sull’escursionismo in collina e sulle escursioni ed ascese ai ghiacciai in Islanda

Libera traduzione del preziso manuale di Ari Trausti Guðmundsson: Mountaineering in Iceland

INTRODUZIONE
A dire il vero l’Islanda normalmente non si associa all’idea di alpinismo (mountaineering = alpinismo ndt). Agli occhi degli alpinisti continentali, l'isola è troppo lontana e le sue quote appaiono molto meno interessanti di quelle delle regioni alpine tanto da non essere mai menzionata tra le regioni ad alti picchi scalabili. L'Islanda tuttavia ha una lunga storia di alpinismo ed offre particolari opportunità di scelta: dalle diverse vie di attraversamento dei ghiacciai alle difficili ascensioni su ghiaccio. L’alpinismo in Islanda ha radici relativamente giovani, essendo iniziato non prima del diciottesimo secolo. Gli esploratori islandesi hanno scalato i picchi principali mentre gli stranieri si sono arrampicati lungo le vie più importanti. Agli inizi del 900 un alpinista islandese, che aveva fatto pratica ed esperienza sulle Alpi, iniziò ad introdurre nel Paese informazioni sulle rocce, sulle ascensioni su ghiaccio e sulle tecniche di ascensione dei ghiacciai. Il primo club alpinistico venne fondato nel 1939 mentre le prime squadre di salvataggio di montagna esperte in arrampicata sono divenute attive solo nei primi anni 50. Nel 1977 il Club Alpino Islandese (Ísalp) è diventato l’organizzazione di riferimento per tutti gli alpinisti in Islanda.

continua...

Leggi o scarica articolo completo in PDF:

Mountaineering in Islanda, pagine 1-5
Mountaineering in Islanda, pagine 6-10
Mountaineering in Islanda, pagine 11-15
Mountaineering in Islanda, pagine 16-20
Mountaineering in Islanda, pagine 21-30
Mountaineering in Islanda, pagine 31-38

Share it